Storia di un menù cartaceo trasformato in menù digitale personalizzato

In ogni stagione assieme allo Chef Luca Galli dedichiamo tempo e risorse alla ricerca di nuovi materiali. Il ristorante La Pòsa è posizionato in centro a Livigno, poco sotto la strada principale e offre riservatezza e tranquillità per i clienti che in vacanza vogliono rilassarsi.

Nel settembre 2019 abbiamo deciso di rivoluzionare il vecchio menù che aveva un porta menù dal peso specifico importante. Nonostante fosse pratico per la mancanza di rilegatura che vedeva fogli separati inseriti nel dorso e bloccati con una calamita. La direzione era sempre l’eleganza con un po’ di più estrosità.

La progettazione è fatta di tempo e ricerca dei materiali

L’esigenza del ristorante è di avere un menù elegante, una carta che non si macchi, un formato che si distingue. Dopo una ricerca con i fornitori abbiamo scelto la carta Fedrigoni Soho Touch, la prima carta resistente a macchie, impronte, olio e acqua. La copertina stampata con toner bianco in digitale su cartone Burano Favini.

Essendo libera da vincoli ho pensato di realizzare qualcosa con materiali diversi fatta a strati, per prima cosa ho realizzato un menabò riprodotto in scala per mostrare l’effetto dei materiali e un minimo di layout:

Cucito interamente a mano, con colori diversi per distinguere già dal dettaglio del filo la lingua del menù. Un prodotto unico fatto come la sarta su misura per loro.

Grandi immagini per i menù degustazione divisi da delle alette trasparenti per spiegarne la storia.
Un aletta sulla terza di copertina per velocizzare la scelta del dolce.

Il lockdown ha rischiato di bloccare creatività e unicità

Le nuove normative previste per la riapertura post-lockdown sono state precise e dure per quanto riguarda i ristoranti: niente menù cartaceo. Dopo il dispiacere iniziale siamo passati ad escogitare una soluzione per continuare online a perseguire gli obiettivi del cliente: unicità, cura dei dettagli, semplicità.

Ci siamo messi a testa bassa a ricercare ciò che offriva il mercato tenendo sempre ben presente lo stile del ristorante e il carattere della nuova stagione. Abbiamo detto un secco no alle app che promettevano in 3 giorni di fornirti un gestionale da configurare come se fosse un e-commerce, con pagamenti elettronici, traduzioni in 100 lingue e backoffice super semplice.

Abbiamo fatto alcuni test per verificare cosa ci piaceva e cosa non era in linea con gli obiettivi sopra, e siamo giunti alla conclusione che era necessario continuare sulla personalizzazione.

Abbiamo confezionato un menù su misura per La Pòsa all’interno del suo nuovissimo sito web. Progettando pulsanti e mettendo online ciò che prima era carta.

Le difficoltà non sono mancate e sappiamo di dover continuare a migliorare, ma il punto è che abbiamo provato a cambiare e lo abbiamo fatto restando fedeli al brand. Per me non c’è vittoria più grande!

La semplicità di fruizione ed un sistema flessibile erano i paletti, l’effetto WOW il desiderato. Abbiamo studiato le descrizioni dei piatti e le abbiamo accorciate senza snaturarle, inserito qualche fotografia e mantenuto il più possibile l’eleganza e la pulizia grafica.

Il risultato del menù da cartaceo ad online

La visione mobile è stata quella più curata dal punto di vista grafico perché al 95% è la più utilizzata. 

Si può vedere il menù direttamente Sul sito La Pòsa oppure guardare questo breve video. 

“Non voglio che i miei camerieri facciano solo i trasporta-piatti, devono saper raccontare il piatto al cliente.”

Luca Galli ha sempre saputo cosa è meglio per il suo ristorante e i suoi clienti. Cura ogni singolo dettaglio per lasciare a noi ospiti un piacevole ricordo, raccontando con i suoi piatti i prodotti locali facendo emergere la tradizione che tanto ama.

Il mio palato ricorda ancora la gioia della prima volta che sono stata ospite al ristorante Camino, che è stato in gestione da Luca per 8 anni fino a questa primavera e con un dolce mi ha conquistata.
Al primo cucchiaio di crema ho sentito solleticare il palato, aveva all’interno le Frizzi Pazzy che io adoro!
Ti lascio la ricetta delle Frizzi Pazzy se vuoi provare e la torta di Vice “Frizzy Pazzy Pavlova”.

Palette colore:

palette la pòsa ristorante Livigno

Cliente:
Ristorante La Pòsa di Livigno

Caratteri tipografici:
Just Lovely Solid 
Cormorant Garamond Nunito

Grazie per essere arrivato fin qui!

Ho deciso di fare un esercizio di scrittura che è utile a me e può esserlo anche per chi è interessato ad approfondire gli aspetti tecnici del mestiere del grafico. Puoi andare a leggerne altri oppure scoprire i miei servizi.